iPad e sei subito offline

28/01/2010
by Lore

Che senso ha creare un prodotto che è il più leggero, il più sottile, il più portatile, il più facile da utilizzare e il più orientato ad Internet, per poi proporlo nelle configurazioni base senza slot per le simcard e senza USB per un’eventuale chiavetta Internet?

Il che vuol dire che se sei in treno, in macchina o in qualunque altro posto senza una connessione wi-fi, sei costretto a lavorare offline. E senza il multitasking.

Sicché l’ambiente ideale per utilizzarlo è a casa? Non un grande passo in avanti per la produttività.

5 Risposte Lascia un →
  1. 28/01/2010

    Senza contare che stanno portando sul mondo dei portatili la chiusura tipica di iPhone, come chiarito anche da questa piccola protesta di defectivebydesign.org che si è tenuta fuori dalla presentazione Apple: http://p.poluz.net/10

  2. 28/01/2010

    Mi pare che non hai capito un gran che dell’iPad. Che ha sicuramente difetti e limiti, ma fra questi non c’e’ certo quello di essere senza connettivita’.

    La “chiavetta Internet” che tanto agogni e’ gia’ inclusa al suo interno, sotto forma di mini-USIM dell’operatore prescelto (nel caso degli USA, AT&T)
    L’iPad, nella sua versione WiFi + 3G, e’ gia’ in grado di navigare e collegarsi ad Internet ovunque. Sia tramite Wifi che, appunto, tramite connessione H3G

    Quindi fa gia’ esattamente quello che chiedi.

  3. 28/01/2010

    Non sono mai stato un grande fan di Apple e delle sue politiche,
    ma ho sempre pensato che avere più possibilità di scelta non sia una cosa negativa..

    Non tutti gli utenti hanno la necessità di avere il 3G e soprattutto non tutti sono disposti a sottoscrivere un abbonamento ad una sim per il traffico dati.
    Credo che la scelta di abbassare il prezzo di 70 euro e di rilasciare un device senza connettività cellulare sia una scelta ben conscia delle esigenze del mercato.

    Per quanto riguarda il multitasking invece concordo pienamente, ma confido nel DevTeam.. :P

    Quanto all’apertura vi invito a leggere l’articolo seguente:
    http://yehudakatz.com/2010/01/27/the-irony-of-the-ipad-a-great-day-for-open-technologies/

  4. 28/01/2010

    Questo giocattolino è TALMENTE INUTILE che persino gli Appleiani più sfegatati si stanno autoconvincendo che sia una figata pazzesca, inventandosi “MILLE SCUSE PER AVERE IPAD” http://twitter.com/#search?q=%23millescuseperavereipad

    Diciamocelo, questo coso lo compreranno solo gli Apple Fan, una persona “normale” lo guarda, dice “però figo”, e lo lascia dov’è…

  5. 28/01/2010

    Cristian, rileggi meglio quello che ho scritto. Stavo parlando di configurazione base, che come vedi anche dall’immagine va dai 499 ai 699.

    E’ questo il punto: presentare nel 2010 un prodotto *ultraportatile* promuovendolo prima di tutto come uno strumento perfetto per navigare ed interagire con Internet, ma che poi ha la connettività Internet limitata al solo wi-fi nella sua configurazione base, è a dir poco anacronistico.

    Davide, il tuo ragionamento non fa una piega se sei dalla parte di chi non ha bisogno del 3G. Ma se sei uno che ritiene (come me) che oggigiorno sia importante poter contare su un set completo di opzioni per la connettività Internet, allora non hai scelta: devi pagare 130 euro in più, punto e basta. Una connettività limitata per un terminale ultraportatile equivale ad un dimezzamento delle potenzialità: se ho solo la connessione wi-fi e sono fuori casa senza segnale, non posso guardare i video di YouTube, non posso utilizzare Maps, e così via. Tu dirai: magari sono funzioni che non mi interessano. Ma il successo di un prodotto è dato anche dal fatto di essere in grado, in caso di necessità imprevista, di fornire comunque una soluzione. Quello che fa iPhone, col quale puoi potenzialmente fare di tutto (se vuoi).

    Ad ogni modo, se successo sarà, passerà probabilmente per le offerte speciali dei gestori di telefonia, che ovviamente ignoreranno la configurazione base e si concentreranno solo su quella 3G.

Lascia un Commento

Note: You can use basic XHTML in your comments. Your email address will never be published.

Abbonati ai feed di questi commenti tramite RSS