Il McWi-Fi e i servizi complementari

Da una ricerca svolta sulle modalità di utilizzo delle connessioni Wi-Fi gratuite “generosamente” concesse in circa 8000 punti della catena McDonald’s è emerso che una bella fetta del traffico generato non proviene dagli uomini d’affari o dai classici navigatori. Viene dai videogiocatori! In particolare, i possessori di Nintendo DS producono circa il 25% del traffico totale. La società dal canto suo afferma che la scelta di dotare ciascun fast food restaurant di una connessione Wi-Fi è stata fatta principalmente per migliorare le operazioni interne svolte dagli stessi dipendenti (ordinazioni, gestione inventario, ecc.). Ma è fuori discussione il fatto che questa connessione, libera e a disposizione di tutti, possa avere un forte richiamo sui potenziali clienti. Che l’Happy Meal non sia più il principale motivo per il quale i figli chiedono ai genitori di andare a pranzare al Mc?

Sicuramente il modo di fare business di bar e ristoranti sta cambiando. Quanto tempo ci vorrà in Italia prima che qualcuno lo capisca?

0 Risposte a “Il McWi-Fi e i servizi complementari”


  1. Nessun Commento

Lascia una Risposta




About

Weblog di Lorenzo 'Artifex' Cx,
tech geek blogger disperso nel Maranhão.

Social Badges

Feed RSS GeekMarketing  

Aggiorna il feed alla nuova versione (cos'è un feed rss?)

Skype Me™!
  Technorati

Creative Commons License
Questo weblog viene pubblicato sotto Licenza Creative Commons.